menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il mare di San Leone

Il mare di San Leone

Mare sporco a San Leone, una class action contro la pubblica amministrazione

Pronta a partire, tramite la posta centrale di Agrigento, la diffida ad adempiere indirizzata al sindaco di Agrigento, All'Ato Idrico di Agrigento ed a Girgenti Acque. E' il primo atto utile per l'istituzione di un'azione collettiva

Verrà inviata domani, martedì 24 luglio, tramite la posta centrale di Agrigento, la diffida ad adempiere  indirizzata al sindaco di Agrigento, All’Ato Idrico di Agrigento ed a Girgenti Acque. Si tratta di un atto preliminare per l'esperimento di una "class action" (azione collettiva) contro la pubblica amministrazione (prevista dal decreto legislativo 198/09), volta alla risoluzione del problema della depurazione e dello sversamento in mare dei reflui. L'iniziativa parte da un gruppo di agrigentini che, tramite il social network Facebook, hanno deciso di "combattere" il problema dell'inquinamento del mare di San Leone.

 
"I cittadini che vorranno intervenire – dice Roberto Zicari,  in rappresentanza del movimento - sono invitati a riunirsi alle 17 davanti il Bar Milano, a Porta di Ponte. L'idea è quella di creare una class action contro la pubblica amministrazione al fine di reagire allo stato di inquinamento del mare. Sarà una azione legale vera e propria, disciplinata dal dlgs 198/09, cioè dalla legge Brunetta, e che mira a stimolare l'attività della pubblica amministrazione qualora questa, insistendo in un comportamento inerte, cagioni un danno ad un diritto diffuso e collettivo". 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento