menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Scala dei Turchi, i cittadini affollano l'assemblea aperta

La bozza d’accordo, dunque, prevede la cessione da parte del proprietario al Comune di Realmonte in cambio, per 70 anni, del 70 per cento dei diritti d’immagini sul brand “Scala dei turchi”

Quale destino per la Scala dei Turchi? A Realmonte un si è tenuta una assemblea cittadina voluta dal sindaco. Il faccia a faccia si è tenuto ieri. Il vero e proprio caso è scoppiato sulla bozza d’accordo tra pubblico e privato per la gestione dei diritti della scogliera dalla marna bianca. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia, l’incontro tra i cittadini è stato voluto e ottenuto dal sindaco, Calogero Zicari. La bozza d’accordo, dunque, prevede la cessione da parte del proprietario al Comune di Realmonte in cambio, per 70 anni, del 70 per cento dei diritti d’immagini sul brand “Scala dei turchi”.

“È intendimento di questa amministrazione –ha detto Zicari - promuovere lo sviluppo locale auto sostenibile che passi anche attraverso la valorizzazione della Scala dei Turchi, con la regolamentazione dell'accesso al sito in modo da tutelarne l’integrità per le generazioni future. Occorre, dunque, averne il pieno titolo giuridico, che è rappresentato dal diritto di proprietà. Resto convinto che il Comune può e deve essere interprete di un processo virtuoso di tutela, valorizzazione e sviluppo della Scala dei Turchi.

“L’accordo – continua Zicari - permetterebbe di gestire il bene materiale della Scala dei Turchi, secondo un efficace progetto di gestione e tutela con risvolti economici e occupazionali. Ma si fa avanti solo se siamo tutti d’a cco rd o : cittadini, giunta, consiglio comunale”.  A bloccare il progetto potrebbe essere la Regione. Il Comune, secondo quanto fatto sapere l’assessore Cordaro, avrebbe difficoltà a gestire il sito. La vicenda è più che mai aperta, il “caso Scala dei Turchi” è pronto a tenere banco ancora per qualche tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento