rotate-mobile
Cronaca

"Ritirate la cittadinanza onoraria ad Auriemma", è giallo al Comune

La Questura ha chiesto di soprassedere sull'ipotesi di concedere l'onorificenza all'ex questore

Un vero e proprio "giallo istituzionale" al Consiglio comunale di Agrigento.

All’ordine del giorno era infatti presente da un paio di mesi, su proposta della giunta comunale, la possibilità di concedere una cittadinanza onoraria all’ex questore di Agrigento Maurizio Auriemma, che lasciò la città pochi mesi fa per un altro incarico. L’incarico era pensato come riconoscimento “per aver instaurato con la città e con la gente un legame profondo che ha consentito alla nostra comunità di acquisire un’accresciuta percezione di tranquillità e per avere dimostrato fin dall’insediamento, particolare attenzione per la cultura e il patrimonio artistico e storico di Agrigento, non mancando mai di decantarne la rilevanza nello scenario nazionale e internazionale”. E invece no.

Perché a proporre di ritirare il punto, è stato detto in aula, è stato lo stesso sindaco, il quale a sua volta prendeva atto di una lettera della Questura di Agrigento la quale chiedeva dal canto suo di non conferire il riconoscimento al dirigente. I motivi, ad oggi, non sono mai stati resi noti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ritirate la cittadinanza onoraria ad Auriemma", è giallo al Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento