La Cisl con il Papa nella giornata per la pace, aderiscono i dirigenti agrigentini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La Cisl Agrigentina aderisce all’ iniziativa della Cisl Sicilia e “fa proprio” l’appello di Papa Francesco per la pace. La Cisl invita i governi e tutte le istituzioni sovranazionali a mobilitarsi per “fermare il massacro in Siria, favorire la ripresa del dialogo tra le parti, innescare politiche di pacifica coesistenza in tutto lo scacchiere mediorientale”. “La guerra, oltre che rischi incalcolabili come pure il Pontefice ha ammonito, alimenterebbe – scrive la Cisl Regionale – il dramma dei profughi, rendendo ancora più urgenti politiche lungimiranti in fatto di sbarchi”. 
Pertanto, la Cisl chiede ai governi regionale e nazionale di impegnare l’Unione europea nella definizione di politiche sul tema.  Ai propri iscritti, militanti e dirigenti di ogni livello, rinnova l’invito del Pontefice a partecipare alla Giornata di preghiera e digiuno indetta per sabato 7 settembre, evento simbolico effettuato per smuovere le coscienze e manifestare la propria contrarietà ad atteggiamenti irresponsabili  che potrebbero compromettere la pace mondiale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento