Cinque famiglie sfollate, via il fango dalle strade: in campo anche gli scout

Secondo quanto fa sapere il Comune "le operazioni sono state seguite e monitorate dal sindaco Lillo Firetto e dal coordinamento che fa capo alla Prefettura"

Il gruppo degli scout "AG3"

"Stiamo spalando fango nelle traverse sull'argine del fiume Akragas". Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, da ore impegnato nelle verifiche dopo i danni causati dall'esondazione del fiume Akragas, spiega l'opera che i volontari stanno facendo in queste ore, approfittando di una pausa del maltempo, per cercare di liberare le strade dal fango e dai detriti e tornare alla normalità.

In campo per ripulire le strade anche gli scout. Questa mattina armati di buona volontà il gruppo "AG3". Di buon mattino hanno voluto aiuttare i residenti del Villaggio Peruzzo. 

Alle 17 è prevista una conferenza stampa di Lillo Firetto per aggiornare sulla situazione. L'incontro si terrà presso la sala pperativa della Protezione civile comunale  all'interno della scuola media Castagnolo di via Manzoni.

Il bilancio

Sono venticinque le famiglie agrigentine che nella notte di ieri sono state fatte evacuare dalle loro abitazioni interessate all'esondazione del fiume Akragas, in particolare via dell'Olimpo, via Apollo e in parte viale Emporium. Cinque di loro non possono ancora tornare a casa. Le loro villette, a causa strada ostruita dal fango ma anche del metro e mezzo d'acqua che hanno dentro casa, sono irraggiungibili e inagibili.

Secondo quanto fa sapere il Comune "le operazioni sono state seguite e monitorate dal sindaco Lillo Firetto e dal coordinamento che fa capo alla Prefettura, attraverso le sale operative della Protezione civile comunale e la sala operativa dei vigili del fuoco con la presenza dell'assessore comunale Gabriella Battaglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non si è reso necessario fornire ricovero alle famiglie sfollate - fanno sapere da palazzo dei Giganti - perchè tutte autonomamente hanno potuto fare ricorso a sistemazioni di fortuna presso familiari". Il sindaco Firetto ha effettuato sia nella notte che nelle prime ore di questa mattina lunghi sopralluoghi nelle zone colpite dall'esondazione per rendersi conto dell'entità dei danni e per incontrare le famiglie così gravemente colpite dalla piena del fiume.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento