Cimitero di Piano Gatta, il Comune pronto ad agire per costruire nuovi loculi

L'annuncio è arrivato da parte dell'assessore Nino Amato. Intanto privati sarebbero interessati alla costruzione di un forno crematorio

Il cimitero comunale di Piano Gatta

La vertenza con la ditta concessionaria è ormai giunta in tribunale, le sepolture sono bloccate praticamente da oltre un anno e il Comune di Agrigento, temendo una vera e propria emergenza sanitaria con l'arrivo della stagione calda si dichiara pronto ad intervenire in maniera sostitutiva presso il cimitero di Piano Gatta.

Nessuna soluzione per il cimitero, Carlisi (M5S) invoca un tavolo tecnico

L'ipotesi pare sia al momento al vaglio dell'Amministrazione che potrebbe decidere in tal senso entro pochi giorni. A preoccupare, come evidente, sono soprattutto le oltre 40 salme che oggi attendono di essere sepolte che si trovano al momento stoccate dentro la camera mortuaria del cimitero che, tra l'altro, dovrà essere oggetto di alcuni interventi di adeguamento.

Gestione del cimitero di Piano Gatta, la ditta chiede oltre 800mila euro di danni al Comune

Ma non è tutto qui, perché sempre Amato, intervenendo in Question time  su una domanda posta dalla consigliera Marcella Carlisi, hae speigato che una ditta privata non siciliana avrebbe già effettuato un sopralluogo presso i tre cimiteri comunali per valutare la costruzione di un forno crematorio, servizio ad oggi non previsto. Quanti possano usare questa possibilità è però da capire, dato che, ad esempio, ad Agrigento nessuno usa i campi di inumazione, che sono tutti totalmente vuoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento