Cancelli chiusi al cimitero, corteo funebre cerca i custodi: arrivano dopo ore

Sotto un caldo torrido i parenti hanno anche chiamato il sindaco ed i carabinieri

Il cimitero di Menfi

Un funerale celebrato a metà, il motivo? I cancelli del cimitero erano chiusi. Paradosso a Menfi, quando alla fine della messa funebre il corteo si è diretto al cimitero del paese, ma in quel momento dei custodi nessuna traccia. I cancelli erano chiusi a chiave.

Secondo quanto riferisce l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, decine di persone, hanno provato a rintracciare i due impiegati ma i telefoni squillavano a vuoto. I familiari dello sfortunato 85 Francesco Russo erano imbufaliti. 

La bagarre è durata per un’ora e mezza sotto un caldo torrido, sonoo stati allertati il sindaco Enzo Lotà e mediante l’agenzia di pompe funebri anche i carabinieri, che non hanno potuto far altro che attivarsi per capire cosa fosse successo. "Un fatto gravissimo - ha denunciato il figlio Pino Russo - mio padre non meritava un 'viaggio del genere'. Non deve e non può accadere che dei dipendenti comunali possano assentarsi nell’orario di lavoro. E’ una vergogna, spero che il sindaco prenda provvedimenti. Siamo sgomenti per l’accaduto e non avremo un bel ricordo nemmeno per l’ultimo saluto ad un uomo, che ha sacrificato la sua vita per noi quattro figli e per mia mamma, che ieri ha anche avuto un mancamento”.

Duro il commento del sindaco di Menfi: "Sono indignato per ciò che è accaduto e chiedo scusa alla famiglia da parte del comune - ha detto il primo cittadino - i due custodi mi hanno detto che c’è stato un fraintendimento tra loro su chi doveva aprire i cancelli. Adesso stiamo indagando per capire cosa in realtà sia accaduto, ho già avvisato il capo settore del Comune. Disguido o no, ho dato disposizioni chiare - conclude Lotà - applicheremo i giusti provvedimenti e le giuste sanzioni per far si che fatti del genere, cosi gravi, non accadano più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento