menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Capoluogo a rischio zona rossa anti-Covid, il sindaco chiude 6 scuole

Attività in presenza stoppate per due giorni per consentire le operazioni di disinfezione degli ambienti scolastici

Crescono i casi di Covid-19 tra i giovani e i giovanissimi, dopo giorni di polemiche arrivano i provvedimenti di sospensione delle attività scolastiche per ben sei istituti cittadini anche se per due giorni per permettere le operazioni di disinfezione.

Sei studenti positivi, forse è variante inglese: lezioni stoppate in due istituti

Il sindaco Franco Micciché ha infatti firmato un'ordinanza che sarà in vigore dal 22 al 24 marzo prossimi e blocca le attività didattiche in presenza presso l'istituto "Anna Frank" del Quadrivio Spinasanta (inclusa la scuola dell'infanzia "Giardino Fiorito"); l'Itc "Foderà"; il plesso "Federico II" dell'Ics "Montalcini" del Villaggio Mosè; l'Ics "Quasimodo" (sia i plessi "Fava" che "Trupia").

Crescono i positivi nelle scuole, Micciché: "Per chiudere serve parere dell'Asp"

Il provvedimento è stato firmato a seguito dell' "evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia e l'incremento dei casi sul territorio nazionale". Non si tratta, come è chiaro, di una chiusura a tempo indeterminato come da molti invocato e come, ha spiegato più volte il sindaco Franco Micciché, non è possibile firmare da parte del primo cittadino senza opportuno provvedimento dell'Asp che scatta solo dopo l'individuazione di almeno 5 soggetti positivi in un istituto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento