rotate-mobile
Cronaca Aragona

Pugno duro contro il gioco d'azzardo illegale, chiusi due centri scommesse

L'operazione è stata condotta dai carabinieri guidati dal maresciallo Paolino Scibetta, dopo l’ordinanza della questura di Agrigento

Chiusi due centri scommesse in un giorno ad Aragona. L'azione - si legge sul Giornale di Sicilia - è stata condotta dai carabinieri guidati dal maresciallo Paolino Scibetta, dopo l’ordinanza della questura di Agrigento volta a fermare il gioco illegale.

I centri scommesse nel mirino si trovano in via Enrico La Loggia e in via Salvatore La Rosa. Secondo quanto riporta l'ordinanza disposta dal questore "i due centri operavano in modo illegale attraverso domini internet che fanno riferimento alle scommesse registrate all’estero e non in Italia (precisamente a Malta) come invece dovrebbe avvenire, senza l’autorizzazione dei monopoli".

Il fenomeno del gioco d’azzardo ad Aragona, è stato al centro di un dibattito condotto da don Angelo Chillura, prete che da qualche mese sta portando avanti una vera e propria battaglia contro il gioco, soprattutto tra i giovani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno duro contro il gioco d'azzardo illegale, chiusi due centri scommesse

AgrigentoNotizie è in caricamento