menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La discarica di Siculiana

La discarica di Siculiana

Chiusa la discarica di Siculiana: si va verso una nuova emergenza rifiuti

La società Catanzaro Costruzioni ha chiuso i cancelli poiché si è esaurita la capacità produttiva dell'impianto provvisorio di biostabilizzazione

Si rischia una nuova emergenza rifiuti in tutti comuni della provincia di Agrigento che conferiscono nella discarica di Siculiana. La società Catanzaro Costruzioni ha chiuso i cancelli dell'impianto, poiché - fa sapere in una nota - "ha attivato, come disposto dalla Regione Sicilia, una campagna di autocontrolli all’esito dei quali si è reso necessario l’ulteriore trattamento dei rifiuti all’interno dell’impianto provvisorio di biostabilizzazione, prima del definitivo smaltimento".

Al momento non è stato reso noto dove i Comuni dell'Agrigentino, che di fatto rischiano di precipitare ancora una volta nel caos, dovranno andare a conferire durante il periodo di chiusura.

"Essendosi esaurita la capacità produttiva dell’impianto provvisorio di biostabilizzazione, - prosegue la società che gestisce la discarica -  si è resa necessaria la temporanea chiusura dell’impianto di contrada Matarana a Siculiana a partire da oggi 3 febbraio 2017. La chiusura si è rilevata necessaria a scopo precauzionale per continuare a garantire gli elevati livelli prestazionali dell’impianto, costantemente monitorato allo scopo di prevenire e ridurre ed eliminare ogni forma di inquinamento". 

Entro pochi giorni, la società renderà nota la data di riapertura dell'impianto e la regolare ripresa delle attività di smaltimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento