rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Dopo Milano anche Napoli / Lampedusa e Linosa

Una chitarra per Sting: è stata realizzata dai detenuti con il legno dei barconi sbarcati a Lampedusa

Lo strumento è stato realizzato, così come molti altri, dai reclusi dell'alta sicurezza della casa circondariale di Secondigliano

Sting, il celebre cantante inglese, riceverà una chitarra realizzata con il legno dei barconi naufragati a Lampedusa. Uno strumento realizzato dai detenuti dell'alta sicurezza della casa circondariale di Secondigliano. Reclusi che sono ora diventati liutai. La consegna verrà fatta, nel corso di una cerimonia privata, domani. Sarà il momento clou di un progetto nato nel carcere di Milano Opera. 

"Il legno è stato ricavato dalla chiglia di una barca che ha trasportato dei migranti verso le coste italiane - ha detto Lucia Castellani -, legno che ha visto la sofferenza e forse anche la disperazione fatto arrivare appositamente a Secondigliano per rinascere sotto forma di strumenti musicali grazie alle mani dai detenuti". 

Un progetto di formazione, spiega il provveditore per le carceri della Campania Lucia Castellano, "che vede protagonisti innanzitutto la fondazione 'Casa dello Spirito e delle Arti' di Arnoldo Mosca Mondadori e la direttrice di Secondigliano Giulia Russo, a cui va la nostra riconoscenza". "Non era facile - sottolinea Castellano - realizzare questo progetto di formazione in una realtà complicata come quella di Secondigliano, che ospita ben 900 detenuti nel circuito dell'alta sicurezza". "Tutto nasce da un'idea di Arnoldo Mosca Mondadori - ricorda il provveditore - il quale mi disse: 'perchè, dopo Milano, non formare liutai anche al Sud?'. Subito mi è venuto in mente il carcere di Secondigliano ed è stato grazie all'impegno della direttrice Giulia Russo che adesso tre detenuti sono riusciti a diventare dei liutai al termine di un corso durante il quale sono stati regolarmente remunerati".

Altamente simbolica è stata appunto la scelta del legno con il quale sono stati realizzati gli strumenti musicali, tra i quali anche la chitarra che domani verrà consegnata a Sting nel corso di una cerimonia privata. "È un grande onore accogliere a Napoli un'icona della musica internazionale come Sting. L'appuntamento con i detenuti di Secondigliano conferma quanto la musica possa unire ed educare. Sono certo che i napoletani sapranno farlo sentire a casa". Così in un tweet il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, commenta la visita che la pop star farà ai detenuti del carcere di Secondigliano dai quali riceverà una chitarra realizzata con il legno dei barconi naufragati a Lampedusa. Lo strumento musicale è stato realizzato dagli stessi detenuti nell'ambito del progetto Metamorfosi della onlus Casa dello Spirito e delle Arti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una chitarra per Sting: è stata realizzata dai detenuti con il legno dei barconi sbarcati a Lampedusa

AgrigentoNotizie è in caricamento