rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Canicattì

"Chiese a rischio crollo", i cittadini presentano un esposto

A preoccupare sono la struttura sacra del Purgatorio e quella dei Santi Filippo e Giacomo, nota come la Badia, ormai sconsacrata da tempo e passata al Comune

La chiesa del Purgatorio e quella dei Santi Filippo e Giacomo, nota come la Badia, a Canicattì, rischiano di essere travolte dai crolli. Da potenziale turistico si sono trasformate in un pericolo per l'incolumità pubblica. I cittadini hanno presentato una lettera-esposto al commissariato di polizia, all'amministrazione comunale ed alla Curia arcivescovile di Agrigento.

"La chiesa del Purgatorio, chiusa da diversi mesi al culto, presenta evidenti crepe nel tetto della sacrestia - ha spiegato Salvatore Castellano, esponente del comitato "Pro ospedale" - ed in quello dell'unica navata. A causa delle infiltrazioni di acqua piovana e per il peso delle travi di legno che ne garantivano la copertura principale l'intera struttura è a forte rischio di crollo". 

A preoccupare, invece, i residenti della zona di via Macaluso, è lo stato di abbandono in cui versa del muro di cinta dell' ex chiesa della Badia, ormai da tempo sconsacrata e passato al Comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiese a rischio crollo", i cittadini presentano un esposto

AgrigentoNotizie è in caricamento