rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
La decisione

La chiesa delle "Forche" rinascerà: il Parco stanzia 100mila euro per il recupero

Sarà possibile grazie ad una convenzione firmata nei mesi scorsi con il Comune: il bene è da anni in abbandono, adesso potrà essere inserito in un percorso turistico

La chiesa del Cristo delle Forche, nei pressi della Rupe Atenea, nella zona alta di Agrigento, sarà recuperata e potrà risorgere a nuova vita. Nei giorni scorsi il Parco archeologico ha infatti stanziato 100mila euro circa per provvedere a dei lavori di sistemazione dell'ex cappella cimiteriale che consentiranno di fermare il degrado che ormai la attanaglia da anni.

Tutto grazie al fatto che, nei mesi scorsi, l'ente regionale ha firmato una specifica convenzione con il Comune di Agrigento - proprietario del bene - per trasferire la gestione dello stesso e inserirlo in un progetto più ampio di fruizione e valorizzazione turistica.

Nata come piccola cappella cimiteriale e forse costruita sul basamento di un tempio dorico la chiesetta insiste in un'area che dal 1837 fu utilizzata come fossa comune in cui seppellire gli ammalati di colera. Venne abbandonata ad inizio ‘900 con la costruzione del cimitero di Bonamorone.

Della chiesetta delle Forche si era iniziata ad interessare l'amministrazione Firetto, che dopo anni di silenzio - e registrato l'interessamento di alcune testate giornalistiche - riuscì a ritrovare le chiavi di accesso al bene, scoprendo all'interno un grande crocefisso ligneo bisognoso di restauro. 

Da quel momento si discusse più volte della possibilità di restituire alla fruizione collettiva il bene, con ad esempio l'associazione Italia Nostra che si disse pronta a gestirlo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiesa delle "Forche" rinascerà: il Parco stanzia 100mila euro per il recupero

AgrigentoNotizie è in caricamento