"Chiede i documenti, poi ruba i portafogli e fugge su una bici elettrica": arrestato

L'uomo è stato denunciato per due episodi e trasportato in carcere per violazione della libertà vigilata

(foto ARCHIVIO)

Si sarebbe qualificato come un appartenente alle forze dell'ordine agli automobilisti in sosta e chiedeva loro i documenti. Quando questi tiravano fuori il portafogli, però, lo agguantava e fuggiva via in sella ad una bici elettrica. Questo finchè l'agrigentino T.S. 36 anni, già sottoposto alla misura dell'autorità giudiziaria, è stato individuato e bloccato dalla polizia, che lo ha arrestato per violazione delle prescrizioni dell'autorità giudiziaria.

L'ultimo tentativo di furto, secondo la Questura, risalirebbe allo scorso 24 giugno, quando l'uomo si è trovato davanti un automobilista più "sveglio", il quale, alla richiesta di documenti, ha replicato che non li avrebbe consegnati e che, semmai, preferiva recarsi presso la caserma dei carabinieri di Villaggio Mosè per i controlli. Una replica che ha provocato una fuga repentina di T.S., che è stato però "beccato" da una pattuglia della squadra Mobile, nei pressi della rotonda Giunone, grazie alla denuncia del cittadino che ha prontamente segnalato il tentato furto.

L'uomo è stato denunciato per due episodi di furto pluriaggravato e trasferito in carcere.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento