menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto a "Robadao", Cgil: «Solidarietà a lavoratori e presidente»

«Il recente furto di mezzi meccanici e attrezzature in danno della cooperativa "Rosario Livatino - Libera Terra" che gestisce i beni confiscati alla mafia in località Robadao (Naro) ci allarma e ci sorprende». Lo si legge in una nota della Cgil in cui il segretario provinciale Massimo Raso esprime solidarietà

«Il recente furto di mezzi meccanici e attrezzature in danno della cooperativa “Rosario Livatino – Libera Terra” che gestisce i beni confiscati alla mafia in località Robadao (Naro) ci allarma e ci sorprende».

Lo si legge in una nota della Cgil in cui il segretario provinciale Massimo Raso esprime solidarietà «ai lavoratori della cooperativa, al suo presidente ed alle loro famiglie che hanno con coraggio accettato la sfida di gestire un bene confiscato alla mafia».

«Queste azioni vili non bloccheranno chi si batte affinchè i beni sequestrati alla mafia torni ad essere restituiti alla comunità e possano tornare ad essere fonte di lavoro pulito e di progresso per la Sicilia - dice Raso -. Ci immaginavamo che la particolare collocazione del bene ed il suo essere stato al centro del clamore suscitato dalla decisione di renderlo socialmente fruibile lo rendesse oggetto di particolare attenzione dell’apparato di sicurezza. Dobbiamo prendere atto, con amarezza, che così non è. La Cooperativa deve andare avanti, ma lo Stato deve garantire che questo sia possibile restituendo serenità a chi vi opera attraverso una più intensa attività di prevenzione e controllo»
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento