menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Fondi per le facciate in centro storico, "Polis per tutti": Che fine hanno fatto i soldi?

L'assessore Elisa Virone: "Alla vigilia dell'epidemia Covid abbiamo trasmesso alla Regione tutta la documentazione necessaria"

Fondi per il recupero delle facciate in centro storico, l'associazione "Polis per tutti" denuncia ritardi nell'erogazione delle risorse disposte dalla Regione sicilana.

"Nel novembre del 2016 - scrivono - il Comune di Agrigento, tramite i suoi canali ufficiali, ha pubblicato un avviso per la presentazione di proposte progettuali finalizzate al rifacimento delle facciate di immobili ricadenti nel centro storico per migliorare il decoro urbano della città. Nel maggio 2017, tramite nota stampa, il sindaco avvisa che ha trasmesso alla Regione l'elenco dei beneficiari del contributo e che sono già stati assegnati 425 mila euro dei 500 mila ai privati che hanno partecipato al progetto. Sono trascorsi più di 3 anni - denunciano - e i cittadini che hanno partecipato a questo progetto non hanno visto un solo centesimo".

L'annuncio: Tre milioni in tre anni per rifare le facciate nel centro storico

Secondo l'associazione le risorse sarebbero rimaste "nei meandri del Comune nel frattempo i privati hanno partecipato al bando e presentato un quintale di documenti, gli idonei al finanziamento hanno iniziato e terminato i lavori a proprie spese, ripresentato e firmato un’altra tonnellata e mezzo di carte e aspettato e aspettato. Nel frattempo - continuano - sono passati quasi 4 anni e dei soldi che la Regione ha girato al comune per il progetto neanche l’ombra. A questo punto ci sembra doveroso interrogare l’amministrazione comunale ed i responsabili del settore su questa misteriosa perdita di tempo e su che fine abbiano fatto i soldi che attendono gli agrigentini".

"Alla vigilia dell'epidemia Covid - spiega l'assessore all'Urbanistica Elisa Virone - abbiamo trasmesso alla Regione tutta la documentazione necessaria, compresi i collaudi e le attestazioni della regolarità dei lavori per il successivo finanziamento agli utenti. Sappiamo che gli uffici di Palermo hanno trasmesso da poco le somme che dovranno essere adesso erogate al Comune dalla Ragioneria regionale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento