rotate-mobile
L'emergenza

Vivono in un tugurio senza elettricità, acqua e finestre: ordinato sgombero per una famiglia

L'abitazione occupata si trova in discesa Boccerie, alle spalle del salotto cittadino

Vivevano all'interno di un vero e proprio tugurio nel cuore del centro storico di Agrigento, a poche decine di metri dal cuore del "salotto cittadino", senza servizi e persino senza finestre. Per questo un nucleo familiare è stato allontanato dall'abitazione che occupava ormai da tempo nonostante un primo obbligo di abbandono. A rilevare la situazione di vera e propria emergenza furono a metà febbraio la polizia locale di Agrigento insieme ai servizi sociali dell'ente.

L'abitazione condivisa, che sorge in via Boccerie - tra le aree più degradate del cuore antico della città - era rappresentata infatti da "una disagevole stanza priva di finestre, di utenze idriche e di energia elettrica", in cui vivevano in "intollerabili condizioni di scarsa igiene".

La struttura fu poi oggetto di visita del servizio igiene ed ambienti di vita dell'Asp di Agrigento per la valutazione dei rischi sanitari, che è stata ovviamente negativa: i tecnici infatti firmarono un'attestazione di antigienicità dell'immobile, con conseguente diffida degli occupanti ad occupare la casa a scopo precauzionale.

Queste persone, però, probabilmente non avevano altro posto in cui vivere e, come prevedibile, non hanno lasciato la loro casa, costringendo adesso il Comune a distanza di alcuni mesi a firmare un'ordinanza di sgombero per motivi igienico-sanitari. 

Dove andranno a vivere queste persone, concretamente, nessuno sa dirlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivono in un tugurio senza elettricità, acqua e finestre: ordinato sgombero per una famiglia

AgrigentoNotizie è in caricamento