Festa della polizia penitenziaria, al “Di Lorenzo” celebrati i 204 anni di fondazione del corpo

Durante la cerimonia il provveditore regionale del Dap Cinzia Calandrino ha evidenziato le criticità che interessano le fiamme azzurre parlando della carenza di personale nelle carceri

Polizia penitenziaria in festa per il 204 annuale di fondazione. Le "fiamme azzurre" hanno celebrato la giornata nella piazza d'Armi della casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento alla presenza fra gli altri del provveditore dell'amministrazione penitenziaria in Sicilia, la dottoressa Cinzia Calandrino e delle autorità provinciali con in testa il prefetto Maria Rita Cocciufa.

Polizia penitenziaria, lode a chi si è distinto in servizio: ecco chi è stato insignito

Durante la cerimonia un omaggio è stato tributato agli agenti vittime del Covid ma un doveroso tributo è stato anche indirizzato ai poliziotti che per diverse vicissitudini si sono tolti la vita. Casi di suicidi che sono probabilmente dovuti anche alle particolari condizioni di stress lavorativo. Lo stesso provveditore Calandrino, durante il suo saluto alle autorità, ha evidenziato le criticità di organico che costringono gli agenti di polizia penitenziaria a turni lavorativi estenuanti. E dal carcere di contrada Petrusa, si è levato unanime il coro dei vertici del corpo della penitenziaria, dell'esigenza sulla necessità di incrementare il numero degli agenti in servizio nelle carceri siciliane.

Si parla di

Video popolari

Festa della polizia penitenziaria, al “Di Lorenzo” celebrati i 204 anni di fondazione del corpo

AgrigentoNotizie è in caricamento