Martedì, 16 Luglio 2024
Cambio in corsa

Fondazione Capitale italiana della cultura 2025, Giuseppe Ferro è il nuovo componente del Cda

Quattro mesi e mezzo dopo l'ufficializzazione dei nominativi, c'è già un cambio in corsa: l'avvocato Antonio Maria Cremona si è dimesso

I nomi del Cda della fondazione "Agrigento 2025" erano stati ufficializzati lo scorso 17 febbraio, quando venne nominato il presidente Giacomo Minio. Quattro mesi e mezzo dopo c'è già un cambio in corsa: l'avvocato Antonio Maria Cremona ha protocollato ieri le formali dimissioni dall'incarico conferitogli. Il sindaco di Agrigento, Francesco Micciché, ha subito provveduto alla necessaria designazione del nuovo componente del Cda. Si tratta di Giuseppe Ferro, noto dermatologo di Raffadali. 

Capitale italiana della cultura 2025, Giacomo Minio è il presidente della fondazione

Fondazione Agrigento 2025, il neopresidente Minio: “C'è molto lavoro da fare ma è una grande opportunità"

Cambio nel Cda della fondazione Capitale italiana della cultura 2025

"Giuseppe Ferro è in possesso di comprovate esperienze e competenze rilevanti e documentate nei settori culturali, professionali e manageriali attinenti agli obiettivi e alle finalità della fondazione di partecipazione 'Agrigento 2025'", ha scritto il sindaco Micciché che ha ritenuto il dermatologo di Raffadali "idoneo a ricoprire la carica di componente del consiglio di amministrazione della fondazione". Nominato Giuseppe Ferro, i cinque componenti del Cda sono dunque adesso: Giovanni Di Maida, Giuseppe Ferro, Vincenza Gaziano, Salvatore Palillo e Giuseppe Viola. 

"Un plauso alla scelta del sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, di nominare Giuseppe Ferro - hanno dichiarato i consiglieri comunali di Forza Italia del Comune di Raffadali Maricetta Casalicchio, Salvatore Gacioppo e Santino Cuffaro Farruggia - come componente della fondazione Capitale della cultura Agrigento 2025. A nostro parere Giuseppe Ferro era la persona migliore che si potesse individuare. E’ un professionista serio e competente che ama spendersi nel sociale e nella cultura. In particolare nel Comune di Raffadali ha rivestito in passato il ruolo di Presidente della Biblioteca comunale, ha contribuito al recupero di antiche tradizioni locali quale per esempio la rappresentazione del Venerdì Santo, iniziative eco sostenibili, associazionismo e da soggetto proveniente dalla società civile si è speso moltissimo durante il Covid collaborando nell’attività di prevenzione attraverso i tamponi".

(Aggiornato alle ore 18:28)

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Capitale italiana della cultura 2025, Giuseppe Ferro è il nuovo componente del Cda
AgrigentoNotizie è in caricamento