Furti di cavi di rame, l'appello: "I cittadini segnalino eventuali casi sospetti"

L'Enel, tra giovedì e domenica notte, fra Zingarello, Punta Bianca e contrada Cipolluzze, ha subito una razzia di circa 4.500 metri di fili

Uno dei tralicci di Punta Bianca che ha subito la razzia

"Entro la prossima settimana l'energia elettrica tornerà nelle case degli agrigentini". Lo ha garantito l'Enel che - tra giovedì e domenica notte, fra Zingarello, Punta Bianca e contrada Cipolluzze - ha subito un furto di circa 4.500 metri di cavi di rame.

Il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, dopo aver incontrato una delegazione di residenti delle zone a Sud della città, ha concordato con le forze dell'ordine l'aumento della vigilanza notturna. Ma è necessario - anche il prefetto Diomede è stato chiaro, in tal senso, - che tutti i residenti tengano gli occhi aperti. Polizia, carabinieri e guardia di finanza, di fatto, hanno bisogno della collaborazione dei residenti. Mille occhi puntati sulla città, dunque. O meglio sulle contrade Zingarello, Punta Bianca e Cipolluzze. L'appello è, infatti, chiaro: "Se si dovessero notare strane situazioni o inusuali presenze, come di furgoni o mezzi sospetti, non bisogna far altro che segnare il numero di targa ed avvertire subito il 112 o il 113".

I tecnici di E-Distribuzione, che si avvalgono anche di imprese appaltatrici specializzate, stanno facendo, intanto, tutto il possibile per limitare i tempi e, quindi, i disagi per i cittadini e le aziende coinvolte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento