rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Disarciona il cavaliere e finisce contro dei fili elettrici: folgorato un cavallo

Il ventenne che era in sella all'animale è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio" dove i medici gli hanno applicato alcuni punti di sutura all'arcata sopraccigliare

Disarciona il cavaliere e ormai imbizzarrito e in fuga finisce contro dei fili elettrici, dell’alta tensione, rimasti penzolanti lungo la linea ferroviaria. E proprio a causa di quei fili elettrici è rimasto folgorato. E’ accaduto tutto ieri mattina nella zona fra il depuratore Sant’Anna e contrada Fondacazzo. La polizia di Stato, dopo essersi recata sul posto, ha avviato le indagini per ricostruire la dinamica di quello che è stato, per il cavallo, un incidente mortale. Il suo proprietario – un ventenne di Agrigento – è rimasto ferito ed è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” dove i medici, stando a quanto è stato ricostruito dalla polizia, gli hanno suturato, con alcuni punti, la ferita riportata all’arcata sopraccigliare.  

Ieri mattina, il gruppo di cavalieri, usciti per una passeggiata, avrebbe incontrato sul loro percorso dei cani randagi che hanno iniziato ad abbaiare e ringhiare contro i cavalli e che, di fatto, hanno terrorizzato l’animale che ha poi perso la vita. Imbizzarrito il cavallo ha disarcionato il suo proprietario che è finito per terra e s’è fatto male. L’animale ha invece continuato – stando a quanto è stato ricostruito ai poliziotti da chi era presente sul posto – a correre. Si sarebbe però imbattuto, lungo la rete ferroviaria, in alcuni cavi penzolanti da un traliccio ed è stato folgorato.

I poliziotti della sezione “Volanti”, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, oltre a raccogliere le testimonianze di chi era presente al momento dell’incidente che ha determinato la morte del cavallo, hanno avviato le indagini per accertare come e perché quei fili elettrici dell’alta tensione risultassero tranciati e penzolanti.

Non si esclude che qualcuno, nelle ore precedenti, abbia messo a segno, o abbia tentato, un furto di cavi di rame. Si spiegherebbe, infatti, soltanto in questo modo la presenza di cavi elettrici – che sono dell’alta tensione – rimasti penzolanti. E trattandosi di una porzione di linea ferroviaria di fatto inutilizzata, non ci sarebbe stato nessun allarme, né segnalazione di disservizi. Spetterà però, naturalmente, all’inchiesta dei poliziotti chiarire cosa sia effettivamente accaduto in quel tratto di linea ferroviaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disarciona il cavaliere e finisce contro dei fili elettrici: folgorato un cavallo

AgrigentoNotizie è in caricamento