rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Omicidio Contarini, silenzio e lacrime per l'ultimo saluto all'operaio ucciso con una coltellata

I funerali si sono svolti in forma privata alla presenza delle autorità locali: l'inchiesta prosegue per accertare il movente

Parenti, amici e autorità locali hanno atteso in ordinato silenzio, davanti al sagrato della chiesa della Madonna della Mercede di Cattolica Eraclea, il feretro di Carmelo Contarini, il muratore di 51 anni assassinato il 27 dicembre scorso nella vicina via Agrigento. A celebrare i funerali il vicario generale della curia arcivescovile di Agrigento, don Giuseppe Cumbo unitamente all'arciprete di Cattolica, don Pippo Licata. In prima fila, anche il sindaco Santino Borsellino che ha portato il cordoglio della comunità ai figli della vittima. Nessuno, fra celebranti e amministratori, ha voluto rilasciare dichiarazioni sull'omicidio che ha scosso l'opinione pubblica.

Funerali di Carmelo Contarini l'operaio ucciso a Cattolica Eraclea

Subito dopo il commiato funebre che si è svolto in forma privata, la salma di Carmelo Contarini è stata accompagnata nel cimitero comunale per la sepoltura. Per il delitto del muratore, è attualmente in carcere il pensionato Giovanni Ferrera di 66 anni. Il presunto assassino, interrogato dagli inquirenti, non ha mai fornito il movente del delitto pur consegnando spontaneamente l'arma. Le indagini, coordinate dalla procura di Agrigento, mirano dunque sull'individuazione delle motivazioni che avrebbero spinto il pensionato ad uccidere, con una coltellata al torace, l'operaio. 

Omicidio Contarini, oggi il saluto della comunità di Cattolica: non sarà lutto cittadino

Sullo stesso argomento

Video popolari

Omicidio Contarini, silenzio e lacrime per l'ultimo saluto all'operaio ucciso con una coltellata

AgrigentoNotizie è in caricamento