rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Il delitto / Cattolica Eraclea

Muratore cinquantunenne ucciso con una coltellata al torace, il pensionato consegna l'arma ma resta in silenzio

Il diverbio sfociato in un omicidio sarebbe scaturito, a quanto pare, per futili motivi. La vittima è Carmelo Contarini. Arrestato, in quasi flagranza di reato, Giovanni Ferrera che è stato portato in carcere

Un cinquantunenne di Cattolica Eraclea, Carmelo Contarini, è stato ucciso a coltellate in via Agrigento. Il diverbio sfociato in una lite prima e in un omicidio dopo sarebbe scoppiato, a quanto pare, per futili motivi, forse dovuti all'alcool o forse a dissidi personali. I carabinieri, della stazione di Cattolica Eraclea, che sono coordinati dal comando compagnia di Agrigento, hanno già preso, e portato in caserma, il presunto responsabile. Si tratta di un pensionato sessantaseienne.

Le immagini del luogo dell'omicidio

L'uomo - il presunto assassino - è stato ritrovato in mezzo alla strada, proprio in via Agrigento. Pare che si stesse recando alla stazione dell'Arma.   

omicidio cattolica eraclea accoltellamento via Agrigento222-2

Subito bloccato, è stato appunto portato in caserma dove, adesso, dovrà essere interrogato. Il sessantaseienne dovrà provare a spiegare perché sia divampata la lite e come è arrivato ad accoltellare il muratore cinquantunenne. L'omicidio è avvenuto davanti l'abitazione del muratore, separato e padre di due figli. Il cinquantunenne, dopo essere stato accoltellato, è finito dentro il canalone vicino alla sua residenza.

Sotto choc la piccola realtà di Cattolica Eraclea dove tutti si conoscono più o meno bene. Sul posto è presente il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Vittorio Stingo, ed è in arrivo (ore 16,30) il procuratore capo, facente funzioni, Salvatore Vella. 

Pare che la vittima e il presunto assassino si conoscessero da tempo: erano vicini di campagna, confinanti di terreno. 

I carabinieri hanno comunque già arrestato, in quasi flagranza di reato, il presunto responsabile: Giovanni Ferrera, residente a Cattolica Eraclea, di 66 anni.  

Ore 19,30. Giovanni Ferrera, pensionato di 66 anni, dinanzi ai pm, il procuratore aggiunto Salvatore Vella e il sostituto Paola Vetro, si è avvalso della facoltà di non risponde, su consiglio del suo avvocato Ignazio Martorana. Sequestrata l'arma, un coltello a serramanico, consegnata spontaneamente dall'indagato. La Procura ha già disposto, e si terrà nei prossimi giorni, l'autopsia. Pare che l'indagato abbia sferrato, al torace del muratore cinquantunenne, un'unica coltellata. 

Il pensionato adesso sarà accompagnato in carcere. Procura e carabinieri continuano, intanto, ad indagare sul movente. Non è escluso, ma non ci sono ancora conferme ufficiali, che fra i due vi fossero già stati alterchi e diabrite a causa dei terreni di campagna confinanti. 

Omicidio a Cattolica Eraclea, muratore ucciso a coltellate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muratore cinquantunenne ucciso con una coltellata al torace, il pensionato consegna l'arma ma resta in silenzio

AgrigentoNotizie è in caricamento