rotate-mobile
L'intervento / Cattolica Eraclea

Brucia autocarro di un operaio, cause non chiare: aperta un'inchiesta

I danni non risultano essere stati ancora quantificati nell’esatto ammontare, ma era certo però che non saranno coperti da nessuna polizza assicurativa

Brucia un autocarro, un Peugeot Ranch, di proprietà di un operaio trentaduenne. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di martedì in via Capitano Maraventano. Ad accorrere sul posto sono stati i carabinieri della stazione cittadina. La matrice del rogo non è risultata essere chiara. Ieri, si parlava infatti di “cause ancora in corso d’accertamento”. I danni non risultavano essere stati ancora quantificati nell’esatto ammontare, ma era certo però che non saranno coperti da nessuna polizza assicurativa.

I militari dell’Arma della stazione di Cattolica Eraclea hanno, come sempre avviene in casi di incendi, informato il sostituto procuratore di turno di Agrigento e hanno avviato le necessarie indagini. Un’attività investigativa che dovrà, naturalmente, fare chiarezza su cosa ha innescato la scintilla iniziale. Nessuna ipotesi – né quella accidentale, né quella dolosa – risultava essere stata ancora scartata nella giornata di ieri. Come procedura investigativa esige, i carabinieri hanno ascoltato – e non è escluso che possano tornare a farlo anche nei prossimi giorni – l’operaio trentaduenne, proprietario dell’autocarro Peugeot Ranch. Non è filtrata, naturalmente, nessuna indiscrezione sulle dichiarazioni eventualmente acquisite dagli investigatori. Non è escluso, ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo, che i militari dell’Arma abbiano verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza pubblici o privati sia lungo via Capitano Maraventano che nelle zone immediatamente attigue. Telecamere che, inevitabilmente, potrebbero contribuire a far rapidamente chiarezza o a fare in modo che i carabinieri possano intraprendere la giusta strada investigativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia autocarro di un operaio, cause non chiare: aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento