menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva

La refurtiva

Scovata una banda di ladri d'uva, balordi si scagliano contro i carabinieri: arrestati

Violenta colluttazione tra i militari dell'Arma ed i malviventi, dei catanesi in "trasferta". Tre di loro sono, al momento, riusciti a fuggire

Ladri d'uva in azione nelle campagne di Castrofilippo, arrestate due persone. Ieri pomeriggio, infatti, a pagarne le spese sono stati due catanesi sorpresi a rubare uva già raccolta dai proprietari e bloccati dopo una violenta colluttazione. Sulle tracce dei restanti tre componenti della banda, riusciti per ora a fuggire, ci sono i carabinieri del comando Provinciale di Agrigento. I fatti risalgono alle 3 del pomeriggio di ieri. 

Una pattuglia della stazione carabinieri di Castrofilippo stava perlustrando, come di consueto, uno degli innumerevoli vigneti della zona, ancora interessati dalle attività di raccolta del prezioso frutto. Ad un certo punto, il comportamento circospetto di alcuni “agricoltori” li ha insospettiti.

Si, perché, alla vista dei militari, non si sono avvicinati come sono soliti fare quelli del posto, bensì hanno iniziato ad agitarsi. In un attimo, i carabinieri hanno chiamato rinforzi e sono saltati giù dall’auto. In due contro cinque, ne è nata una violenta colluttazione, a seguito della quale in tre sono riusciti, per ora, a fuggire via.

Ma i carabinieri ne hanno bloccati a terra due e li hanno ammanettati. Per due catanesi, l’accusa è di furto pluriaggravato commesso in concorso.

I carabinieri hanno anche sequestrato le auto usate dai malviventi in trasferta ed hanno recuperato gli oltre tre quintali di uva rubata, che hanno subito riconsegnato ai legittimi proprietari. Questa mattina i due compariranno davanti al Tribunale di Agrigento per il previsto rito direttissimo. Continuano i servizi a tappeto dei carabinieri nelle campagne di tutta la provincia e continuano ad arrivare importanti risultati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento