menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

Operazione antidroga "Casuzza", revocati domiciliari per 29enne

Il gip Stefano Zammuto, accogliendo l'istanza dell'avvocato Angela Porcello, ha disposto la revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari

Il gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, accogliendo l'istanza dell'avvocato Angela Porcello, ha disposto la revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari a cui Calogero Mulè, 29 anni, di Canicattì era stato sottoposto dall'inizio dello scorso giugno quando venne realizzata l'operazione antidroga denominata "Casuzza". E' in corso il patteggiamento della pena. Il giovane - al quale la Procura e la Squadra Mobile contestavano due episodi di cessione di droga - è quindi tornato in libertà.

Nell'inchiesta "Casuzza", coordinata dai pubblici ministeri Gloria Andreoli e Sara Varazzi e sviluppata dai poliziotti della Squadra Mobile, aveva permesso di iscrivere 21 persone nel registro degli indagati.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento