rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Castrofilippo

"Direttore Poste si appropriò di 160mila euro dei clienti": parola al pm

Istruttoria chiusa nel processo a carico del sessantenne Vincenzo Di Rosa: il responsabile dell'ufficio, con vari pretesti, avrebbe fatto prelievi indebiti e raggirato alcuni anziani

Istruttoria chiusa e processo agli sgoccioli per l’ex direttore dell'ufficio postale di Castrofilippo, Vincenzo Di Rosa, 60 anni, accusato di avere sottratto circa 160mila euro ai clienti.

I giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, dopo avere ammesso la produzione degli ultimi documenti al fascicolo del dibattimento, hanno aggiornato l'udienza al 13 aprile per la requisitoria del pm. L'arringa del difensore dell'imputato, l'avvocato Alfonso Neri, sarà programmata in un secondo momento.

Di Rosa è accusato di svariate ipotesi di peculato e truffa. In particolare, secondo l’accusa, si sarebbe appropriato di circa 51 mila euro di proprietà dell’ufficio – da qui scaturisce l’accusa di peculato – prelevandoli indebitamente dall’Atm e dalla cassa.

Contestate, inoltre, svariate ipotesi di truffa ai danni di clienti. Nel marzo del 2015, ad esempio, avrebbe chiesto a un anziano la consegna del libretto col pretesto di calcolare gli interessi: in realtà, sostiene l’accusa, ne avrebbe approfittato per prelevare 50 mila euro e incassare la polizza vita collegata al titolo finanziario a insaputa del titolare.

E poi ancora, qualche mese prima, avrebbe truffato un’anziana vedova che voleva rimodulare tre libretti, cointestati col marito appena morto, intestandoli anche alle figlie. Di Rosa, invece, sempre secondo la Procura, avrebbe incassato alcuni buoni collegati ai titoli facendo sparire 17 mila euro. In altre circostanze il meccanismo sarebbe stato simile.

E poi ancora c’è il caso di un’anziana che temeva di andare alla posta a prelevare la pensione, perché in passato era stata rapinata: con lei avrebbe sperimentato un trucco diverso offrendosi di portarle i soldi i casa. Solo che, sostiene l’accusa, nel frattempo avrebbe fatto anche diversi prelievi a sua insaputa, facendo sparire circa 31 mila euro dal deposito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Direttore Poste si appropriò di 160mila euro dei clienti": parola al pm

AgrigentoNotizie è in caricamento