rotate-mobile
Tribunale della libertà / Casteltermini

Il blitz antidroga fra le province di Agrigento e Caltanissetta, il riesame scarcera due indagati

Arresti domiciliari per due castelterminesi coinvolti nell'inchiesta su un vasto giro di spaccio nella zona del Vallone

Arresti domiciliari per due castelterminesi arrestati lo scorso 20 marzo in un'operazione dei carabinieri su un giro di droga fra le province di Agrigento e Caltanissetta. I giudici del tribunale del riesame nisseno hanno sostituito la misura cautelare, accogliendo in parte il ricorso dell'avvocato Carmelo Amoroso, nei confronti di Paolo Bellino, 23 anni e del quarantaduenne Rosario Lo Re, detto Dario, finiti in carcere il giorno del blitz.

Tutti e due avevano risposto alle domande del gip Stefano Zammuto respingendo ogni contestazione mossa a loro carico dalla procura. Non hanno negato di conoscere qualcuno tra gli indagati ma hanno messo nero su bianco quelli che sarebbero stati i rapporti tra loro. Come quelli con il presunto capo, Antonio Maniscalco, che commercializza auto e pezzi di ricambio. E i due - secondo la loro versione - avrebbero acquistato da lui soltanto merce, ricambi d’auto, non droga. I loro contatti sarebbero stati finalizzati solo a questo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il blitz antidroga fra le province di Agrigento e Caltanissetta, il riesame scarcera due indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento