Tunisini in fuga dal centro d'accoglienza: 3 restano feriti e altrettanti sono scomparsi

Notte d'inferno per le forze dell'ordine che hanno provato a bloccare gli otto migranti che si sono allontanati. Garofalo: "Carabinieri e polizia locale stanno perlustrando il territorio comunale per la ricerca dei fuggitivi"

Un gruppo di tunisini in fuga (foto ARCHIVIO)

Scappano dal centro d'accoglienza - destinato alla sorveglianza sanitaria anti-Covid - e, durante la fuga, in tre restano seriamente feriti. Uno, lanciandosi da circa 5 metri d'altezza, ha riportato fratture multiple; un altro, cadendo, s'è spaccato la clavicola e il terzo, giunto a perdifiato all'altezza dello stadio comunale, s'è fratturato una gamba. I tre tunisini - degli otto che, nella tarda serata di ieri, sono fuggiti - sono stati soccorsi da altrettante ambulanze che li hanno trasferiti all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento dove sono stati ricoverati. E' stata una notte d'inferno, quella fra mercoledì e oggi, nel piccolo centro di Casteltermini.

"La struttura di via Don Luigi Sturzo, momentaneamente destinata allo svolgimento del periodo di quarantena a seguito dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, è stata individuata su disposizione della Prefettura di Agrigento e, ad oggi, ospita 50 migranti di nazionalità tunisina - ha spiegato il commissario straordinario di Casteltermini: Antonio Garofalo - . Nella tarda serata di ieri si sono allontanati in 8, tre dei quali, a causa della fuga, sono rimasti feriti: hanno riportato fratture e sono ricoverati all'ospedale di Agrigento. Due dei migranti in fuga sono stati immediatamente individuati e riportati all’interno della struttura; altri 3 risultano, al momento, irrintracciabili".

Tunisini in quarantena in un centro accoglienza, Garofalo: "Residenti arrabbiati? E' tutto sotto controllo

Casteltermini vive, grosso modo, la stessa emergenza di Siculiana. La struttura di via Don Luigi Sturzo, a Casteltermini, opera – secondo
quanto comunicato dalla Prefettura di Agrigento – fino al prossimo 31 luglio, termine in cui cesserà lo stato di emergenza sanitaria nazionale. 

"In costante contatto con l'ufficio della Prefettura di Agrigento, sono state avviate le ricerche dei tre tunisini non ancora rintracciati - ha chiarito il commissario straordinario di Casteltermini - . Le forze dell’ordine: il reparto ordine pubblico dei carabinieri, la stazione di Casteltermini e la polizia locale stanno, sin dalla notte scorsa, perlustrando il territorio comunale per la ricerca dei fuggitivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento