menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casteltermini, appaltato uno dei tre interventi per il "Museo-miniera Cozzo Disi"

Pochi giorni fa è stata esperita la gara dall'Urega di Agrigento e aggiudicata definitivamente alla ditta "Agrimpianti" di Favara, per un importo complessivo di oltre 225mila euro

I lavori per la musealizzazione della "Miniera di Cozzo Disi" prenderanno finalmente il via a giorni. Una tra le più grandi miniere di zolfo d’Italia, diventerà presto museo grazie anche alla recente normativa regionale in materia di parchi minerari, seppure sia stato dichiarato sito di interesse già nel 1991.

Tre sono gli interventi, per oltre un milione di euro, già annuciati ed in gara d’appalto all’Urega nel maggio scorso. Pochi giorni fa è stata esperita la gara d’appalto dall’Urega di Agrigento e aggiudicata definitivamente alla ditta "Agrimpianti" di Favara, per un importo complessivo di oltre 225mila euro, la parte che riguarda gli impianti d’illuminazione esterna, l’antincendio, la videosorveglianza e l’antintrusione nell’agglomerato minerario".

Ancora in corso di aggiudicazione sono invece i lavori di "allestimento museografico e degli apparati didascalici interni ed esterni" che costeranno quasi 282mila euro ed i cui interventi  avranno inizio dopo la stipula del contratto con l’impresa, prevista entro il mese di novembre. Ancora in corso è invece l'aggiudicazione degli interventi che riguarderanno l’area d’accoglienza dei visitatori, la zona parcheggio e la zona eventi.

Il sotterraneo della miniera ben conservato fino all’ottavo livello, cioè per circa 230 metri di profondità, e conserva peculiarità mineralogiche e naturalistiche che, in alcuni casi, sono uniche al mondo, come le "grandi garbere" del terzo livello che sono imponenti cavità carsiche con le pareti ricoperte da cristalli di eccezionale purezza e trasparenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento