rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022

Caso Suv, Di Rosa dopo la risposta del ministero: "Assessore Vullo, dimettiti"

Il vice presidente provinciale del Codacons avverte anche sulle possibili conseguenze della Corte dei Conti per i consiglieri comunali

“Non mi ero incatenato perchè sono un folle, avevamo ragione. E' una distrazione di denaro pubblico, non sono un magistrato ma quella è l'ipotesi di reato. La Corte dei Conti, potrebbe agire anche sui consiglieri comunali che il 27 dicembre scorso hanno approvato la variazione di bilancio. Chiediamo le dimissioni immediate dell'assessore Vullo”. Così dai microfoni di AgrigentoNotizie il vice presidente provinciale di Codacons Giuseppe Di Rosa commenta la risposta del dipartimento per le Politiche della Famiglia presso il la presidenza del consiglio dei ministri, in merito all'esposto avanzato dalla stessa associazione dei consumatori sull'utilizzo del Comune di Agrigento.

Suv acquistati con i fondi per le famiglie, il Ministero: "Utilizzo eccentrico, via al recupero"

Erano circa 136 mila euro le somme erogate da Roma e che da Palazzo dei Giganti sono stati spesi per l'acquisto di Suv e computer portatili. La tardiva risposta del ministero, lo scorso 26 aprile aveva indotto l'ex consigliere comunale ad avviare una plateale protesta davanti al Municipio. Rimostranza che era poi stata sospesa due giorni dopo e che aveva visto, il vice presidente provinciale del Codacons interrompere lo sciopero della fame e ad accettare l'invito a pranzo del sindaco di Agrigento.

Giusto spendere 135 mila euro per Suv e pc portatili? Di Rosa del Codacons s'incatena davanti al Municipio

Video popolari

Caso Suv, Di Rosa dopo la risposta del ministero: "Assessore Vullo, dimettiti"

AgrigentoNotizie è in caricamento