Caso Open Arms, il tribunale dei ministri chiede di processare Matteo Salvini

Per l'ex ministro le accuse sono: sequestro di persona e omissione d'atti d'ufficio in concorso. Il leader della Lega: "Vi prometto che non mollo e non mollerò, mai!"

Il tribunale dei ministri di Palermo chiede al Senato l'autorizzazione a procedere per l'ex ministro Matteo Salvini con l'accusa di sequestro di persona e omissione d'atti d'ufficio in concorso. Reati commessi dal 14 al 20 agosto 2019 ''per la conseguente privazione della libertà personale di numerosi migranti''. Il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, a novembre aveva condiviso le ipotesi di reato con le quali il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio gli aveva inviato il fascicolo sul caso Open Arms. E adesso il Tribunale dei ministri ha accolto la richiesta delle due procure. Secondo le tre giudici il decreto sicurezza non può essere applicato a navi che soccorrono persone in difficoltà perché "il soccorso in mare è obbligatorio".

Open Arms, Procura dispone sequestro: i migranti vanno sbarcati

Salvini era stato indagato ad Agrigento per aver impedito ad agosto del 2019 lo sbarco e trattenuto a bordo della Open Arms, la ong spagnola, 164 migranti soccorsi in zona SAR libica. La vicenda fu sbloccata dal sequestro dell'imbarcazione disposto, per motivi di  emergenza sanitaria, dal procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. Lo stesso magistrato ad agosto aprì una indagine a carico di ignoti  per sequestro di persona e omissione di atti d'ufficio. Poi gli atti furono trasmessi a Palermo e da qui al Tribunale dei ministri.

"Non è stato un atto politico ma un atto amministrativo". Ecco perché l'ex ministro Matteo Salvini, secondo il Tribunale dei ministri, dovrebbe andare a processo per sequestro di persona e omissione d'atti d'ufficio in concorso. Reati commessi dal 14 al 20 agosto 2019 ''per la conseguente privazione della libertà personale di numerosi migranti'', come aveva scritto nella richiesta la Procura di Palermo. E' quanto si legge nella richiesta di autorizzazione a procedere per Matteo Salvini.

IL VIDEO. Allerta massima a Lampedusa: migranti si lanciano in acqua

"Mi è arrivata un'altra richiesta di processo perché ad agosto ho bloccato lo sbarco di immigrati dalla nave di una Ong spagnola. Ormai le provano tutte per fermare me e impaurire voi: vi prometto che non mollo e non mollerò, mai!''. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini. Il caso è, appunto, quello della Open Arms.

L'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, nell'agosto 2019, ha "ignorato l'emergenza sanitaria" sulla  nave Open Arms con a bordo i naufraghi che erano stato soccorsi dalla ong spagnola. E' quanto scrive il Tribunale dei ministri di Palermo nella richiesta di autorizzazione a procedere per il leader della Lega. Ad agosto era stato il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio a salire su un elicottero per raggiungere Lampedusa e verificare di persona la situazione sull'imbarcazione, ferma a poco meno di un chilometro dalle coste dell'isola. Con una ordinanza il procuratore di Agrigento aveva poi consentito lo sbarco dei migranti a bordo. Qualcuno si era anche gettato dalla nave. Già in quella ordinanza Patronaggio aveva parlato di una atteggiamento "volutamente omissivo a danno dei migranti". In particolare, si leggeva nelle 11 pagine del documento, ciò consiste ''nell'indebito rifiuto da parte del pubblico ufficiale o dell'incaricato di un pubblico servizio, di un atto, indifferibile e doveroso, motivato da ragioni, tra le altre, di igiene e sanità''. Da lì a poco l'iscrizione nel registro degli indagati di Salvini. Patronaggio era salito a bordo accompagnato da alcuni agenti della polizia giudiziaria e da due medici specializzati. "Devo riportare la calma e fare in modo che nessuno si faccia male, l'impegno e l'attenzione sono massimi per l'incolumità delle persone", aveva spiegato il magistrato. L'ispezione era durata un'ora. Poco dopo era arrivato il sequestro, depositato al termine di un colloquio con i vertici dell'equipaggio di Open Arms nei locali della Guardia costiera. Un provvedimento  stabilito "al fine di garantire la salute, anche psicologica dei  migranti rimasti a bordo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte: Adnkronos)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento