rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Sciacca

Casi di presunta malasanità, l’Asp alle prese con risarcimenti milionari

L’azienda sanitaria provinciale è stata citata in tribunale e adesso i giudici dovranno accertare eventuali responsabilità da parte dei sanitari

Sarebbero 3 i casi di presunta malasanità all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca finiti in tribunale con altrettante richieste di risarcimento a 6 zeri a carico dell’Asp di Agrigento. 

Il primo - come si legge oggi sul quotidiano La Sicilia - riguarda il reparto di medicina interna dell’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca e riguarda delle cure prestate a un uomo a seguito di ictus cerebrale ischemico, deceduto circa 20 giorni dopo il ricovero. I familiari hanno chiesto un risarcimento di più di un milione di euro ritenendo errata la condotta dei sanitari.

Per il secondo caso la richiesta di risarcimento è pari a 2 milioni e 216 mila euro. Si tratta della nascita di una bambina, nel settembre del 2003, portatrice di un grave handicap psico-motorio e destinataria di successivi interventi chirurgici. 

Il terzo caso riguarda il Pronto soccorso dove, il 22 giugno 2016, un uomo si era recato per sottoporsi ad un intervento di polipectomia per via endoscopica subendo, a suo dire, una perforazione intestinale ad esso riconducibile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi di presunta malasanità, l’Asp alle prese con risarcimenti milionari

AgrigentoNotizie è in caricamento