rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Case popolari occupate abusivamente: è emergenza, firmato un nuovo sgombero

Il Comune ha dato 15 giorni di tempo alla donna per liberare l'appartamento, in caso contrario si procederà in maniera coattiva. Sono almeno 130 le residenze abitate da persone che non ne hanno titolo

E' stato firmato un altro sgombero. E questa volta il termine è perentorio: 15 giorni di tempo per lasciare l'alloggio popolare di piazza Raffaello occupato abusivamente. Nonostante, a Porto Empedocle, esista una vera e propria emergenza abitativa, il Comune non ha nessun'altra via d'uscita - facendo rispettare la legge - che firmare provvedimenti del genere. 

Case popolari, quasi il 10% degli occupanti è abusivo e nullatenente

Già a metà dello scorso ottobre, l'ufficio Case del Municipio aveva firmato una diffida invitando la donna che occupa abusivamente l'appartamento a lasciarlo libero. Non solo non sono arrivate al Comune "deduzioni da parte dell'interessata", ma la residenza non è stata appunto ancora liberata. Motivo per il quale, a questo punto, è stato firmato lo sgombero. Trascorsi i 15 giorni, la polizia municipale dovrà -  è stato stabilito dal Municipio - dare corso allo sgombero coattivo.

Casa popolare occupata abusivamente, firmato lo sgombero 

Provvedimenti di sgombero, a Porto Empedocle, ne sono stati già firmati diversi. Su 1500 famiglie ospitate nelle case popolari di Porto Empedocle oltre 130 risultano, infatti, essere occupate abusivamente. Il dato deriva da un censimento fatto dal Comune. Una emergenza, di fatto, perché chi occupa queste case non paga l'affitto, non paga le tasse e ancor meno fa la raccolta differenziata. 

Abbandono dei rifiuti, elevate 50 sanzioni in appena due giorni 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari occupate abusivamente: è emergenza, firmato un nuovo sgombero

AgrigentoNotizie è in caricamento