Infrastrutture e lockdown, Cartello Sociale chiede incontro con Cancelleri

Al faccia a faccia anche i rappresentanti dell'Anas ed i sindaci dell'Agrigentino

Il ponte Petrusa riaprirà tra qualche giorno. Cartello Sociale, però, è pronto a chiedere un nuovo incontro al vice ministro Cancelleri ed al prefetto di Agrigento, Cocciufa.

Attorno ad un tavolo, Cartello Sociale, ha chiesto di incontrare anche i rappresentanti dell’Anas, i sindaci ed il commissario del consorzio provinciale dei comuni dell’Agrigentino. L’obiettivo è quello di rivedere il cronogramma degli impegni assunti prima del lockdown. 

"In attesa che venga stabilito luogo e data dell'incontro, il cartello - spiega in una nota -  conferma la sua fiducia nell'operato del vice Ministro e gli dà atto dell'impegno profuso per mantenere le scadenze fissate sulle opere da realizzare. Nello stesso tempo viene dato atto all'on. Cancelleri di avere cercato di recuperare i ritardi che il lockdown ha determinato sulla tabella di marcia. La riapertura del ponte Petrusa, a lungo attesa, a giudizio del Cartello sociale va dedicata alle oltre 4.000 persone che hanno partecipato alla marcia di gennaio e che hanno fatto sentire la loro voce per reclamare i loro diritti e per sottolineare l'importanza di ridurre lo stato di emarginazione in cui si trova ancora il territorio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento