menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carnevale, a Seccagrande si fa "in stile sudamericano"

Carnevale, a Seccagrande si fa "in stile sudamericano"

Carnevale, a Seccagrande si fa "in stile sudamericano"

Il sindaco fa slittare la festa e rispolvera un vecchio progetto da realizzare in estate

“Considerate le incomprensioni che sono nate con annesse le varie strumentalizzazioni di natura politica - afferma Carmelo Pace - dopo aver valutato il tutto abbiamo deciso di non organizzare il carnevale invernale a Ribera. Preannuncio comunque fin da adesso, che lo organizzeremo la prossima estate a Seccagrande, rispolverando un mio progetto nato quando ero vice presidente della Provincia”. 

Niente carnevale dunque per i riberesi, i quali dovranno attendere l'estate. L'incomprensione di natura politica è nata in una controversia-competizione con la manifestazione che tipicamente si svolge da tanti anni a Sciacca. "Il carnevale non è qualcosa di specifico e caratteristico, si festeggia in tutto il mondo", afferma il sindaco che tuttavia rinuncia ad organizzare la festa.

“Ribadiamo – aggiunge il sindaco – che l’idea di coinvolgere i carristi di Sciacca non è nostra, ma ci è stata proposta. Ringraziamo comunque i carristi di Sciacca che si sono offerti, che hanno avanzato la proposta di realizzare alcuni carri per il carnevale di Ribera; ringraziamo tutti i nostri commercianti che, saputo della proposta, hanno subito offerto il proprio contributo economico affinché la stessa si realizzasse, ma come detto, dopo aver valutato il tutto abbiamo deciso di non organizzare il carnevale invernale a Ribera".

Pace conclude confermando che la prossima estate a Seccagrande si svolgerà una manifestazione carnascialesca estiva, un'idea questa proposta alla classe politica di Sciacca,quando era vice presidente della Provincia, ma rimasta inascoltata. "Adesso abbiamo deciso di sfruttarla per la nostra città, organizzando questa manifestazione in stile sudamericano a Seccagrande già a partire dalla prossima estate. Sarà una tre giorni che si svolgerà dal 15 al 17 agosto e che magari poi verrà riproposta per la terza edizione del Pizza Fest. Sarà una manifestazione carnascialesca con gruppi brasiliani, cubani, boliviani a pochi metri dalla spiaggia lungo il nostro splendido lungomare”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento