menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carenze magistrati in Tribunale, interviene Fontana

Carenze magistrati in Tribunale, interviene Fontana

Carenze magistrati in Tribunale, interviene Fontana

Il deputato nazionale del Pdl parla in seguito alle preoccupazioni espresse dal presidente Luigi...

Il deputato nazionale del Pdl, Vincenzo Fontana, interviene sulle preoccupazioni espresse dal presidente Luigi D’Angelo, in merito alla carenza di magistrati che pregiudica la funzionalità del tribunale di Agrigento.

“Condivido pienamente le preoccupazioni espresse dal presidente, Luigi D’Angelo, per la gravissima carenza di magistrati di cui soffre il nostro Tribunale, che incide pesantemente sulla risposta che il sistema giudiziario è chiamato a dare alla collettività agrigentina. Si tratta, peraltro,  di una carenza che vanifica gli sforzi fatti dal Ministero della Giustizia durante la gestione dell’onorevole Angelino Alfano per garantire – nell’ambito delle proprie competenze – condizioni di funzionalità al nostro Tribunale. Desidero al riguardo ricordare che su 110 amministrativi in organico presso il nostro Tribunale il Ministero ha garantito la copertura quasi completa (108 presenze, con solo due vacanze) della pianta anche attraverso 6 distacchi da altri uffici giudiziari e 5 comandi da altre amministrazioni. Che questo si è ottenuto anche con direttive straordinarie e specifiche emanate per gli uffici giudiziari di Agrigento dal dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, durante l’emergenza clandestini della scorsa estate, che sono state apprezzate espressamente sia dal presidente D’Angelo che dal Procuratore della Repubblica. Il Ministero della Giustizia, sempre grazie alle direttive impartite dal ministro Alfano, ha garantito nella massima estensione prevista dalla legge (6 mesi), la permanenza in loco dei numerosi magistrati già trasferiti dal Csm ad altra sede. Mi è stato assicurato dalle competenti articolazioni ministeriali che quest’ ultima specifica direttiva è stata mantenuta anche dal nuovo Ministro della Giustizia tanto che altri 3 magistrati trasferiti rimarranno ad Agrigento per il periodo massimo previsto dalla legge e per gli altri si valuteranno con ogni priorità le esigenze del Tribunale della città dei Templi. Ma nonostante il massimo impegno del Ministero, la situazione non è soddisfacente poiché il prossimo arrivo di 5 magistrati di prima nomina, previsto per il mese di aprile 2012, non riequilibra a sufficienza la situazione ed occorre che a questi  positivi sforzi si affianchino quelli del Csm competente in via esclusiva per i trasferimenti dei magistrati. Auspico, pertanto, che il Csm voglia procedere con la massima urgenza alla copertura dei 3 posti vacanti di presidente di Sezione nonché alla pubblicazione anche straordinaria degli ulteriori posti di giudice rimasti vacanti dopo l’assegnazione ai neo-magistrati in modo da assicurare una più adeguata dotazione di magistrati al nostro Tribunale. In questo senso mi sto già adoperando per sollecitare personalmente il Vicepresidente del C.S.M. on Michele Vietti in tal senso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento