rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Telefoni cellulari in carcere, chiusa l'inchiesta per detenuti che fanno parte di Cosa Nostra, 'Ndrangheta e Camorra

Gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari sono stati notificati a sei persone, di cui cinque ancora in stato di detenzione nel carcere "Pasquale Di Lorenzo"

Sei persone, di cui cinque detenute, hanno ricevuto l'avviso di conclusione indagine nell'ambito di una inchiesta della procura di Agrigento per il possesso e l'uso di cellulari in carcere. Le notifiche sono state fatte dal nucleo investigativo regionale della polizia penitenziaria di Palermo. Le indagini - dice la polizia penitenziaria - hanno permesso di risalire agli utilizzatori dei cellulari che fanno parte di "Cosa nostra", "Camorra", e "'Ndrangheta".

Il nucleo investigativo regionale della polizia penitenziaria di Palermo, con l’ausilio dei nuclei regionali di Piemonte e Calabria, coordinati dal nucleo investigativo centrale, hanno provveduto a notificare, su disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale di Agrigento, gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari a sei persone, di cui cinque ancora in stato di detenzione nel carcere "Pasquale Di Lorenzo" di Agrigento.

Si tratta di coloro che erano stati trovati in possesso di cellulari nascosti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telefoni cellulari in carcere, chiusa l'inchiesta per detenuti che fanno parte di Cosa Nostra, 'Ndrangheta e Camorra

AgrigentoNotizie è in caricamento