rotate-mobile
Polizia penitenziaria

Sette micro cellulari occultati in vagina: denunciata familiare di detenuto

La donna era riuscita a superare i controlli del primo varco d'accesso alla casa circondariale "Pasquale Di Lorenzo". E' stata accompagnata, come sempre avviene, verso la saletta dei colloqui, ma prima di accedere è stata sottoposta a nuove verifiche e le apparecchiature hanno dato l'allarme

Sette micro cellulari occultati nella vagina. Ha dell'incredibile quanto è stato scoperto, nei giorni scorsi, dalla polizia Penitenziaria della casa circondariale "Pasquale Di Lorenzo" di Agrigento. La familiare di un detenuto si è recata al carcere di contrada Petrusa per un colloquio.

La donna ha serenamente superato i controlli del blocco, ossia il primo accesso: il front diretto fra l'esterno e il penitenziario. E' stata accompagnata, come sempre avviene, verso la saletta dei colloqui, ma prima di accedere - anche questa è routine -, la donna è stata sottoposta a nuovi controlli anche con delle apparecchiature. Strumenti che hanno dato l'allarme. E' scattata, a questo punto, la perquisizione personale. Ad effettuarla sono state delle poliziotte della Penitenziaria che hanno trovato i sette micro cellulari, tutti custoditi in un unico involucro, occultati nella vagina.

La donna è stata, naturalmente, denunciata alla Procura e i sette micro cellulare - che erano verosimilmente destinati al suo familiare, ma non solo - sono stati posti sotto sequestro.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette micro cellulari occultati in vagina: denunciata familiare di detenuto

AgrigentoNotizie è in caricamento