rotate-mobile

Sicurezza alimentare, nessuna attività in regola durante le verifiche dei carabinieri: sanzioni a raffica

Per tutelare la salute pubblica i militari hanno anche annunciato che saranno potenziati i controlli stradali per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti

Attività di controllo sulla sicurezza alimentare sono stati effettuati dai carabinieri del centro anticrimine natura di Agrigento in quindici fra ristoranti ed esercizi commerciali adibiti alla vendita di cibo. Nella totalità delle attività visitate dai militari, quindici su quindici, nel periodo compreso tra il primo giugno e il primo luglio, sono state riscontrate irregolarità che hanno portato a sanzioni complessive per 35 mila euro.

Le principali norme violate hanno riguardato la mancata tracciabilità degli alimenti e l'assenza delle adeguate etichettatura dei cibi che dovrebbe fornire al consumatore informazioni sugli ingredienti e sugli allergeni. In mattinata, il bilancio delle attività svolte nello scorso mese, sono state illustrate dal tenente colonnello Vincenzo Castronovo che guida il centro anticrimine natura dei carabinieri, l'ufficiale ha parlato di situazioni igieniche imbarazzanti in alcune cucine ispezionate così come si è soffermato anche sulle modalità errate di conservazione del pesce che, soprattutto in periodo estivo, è molto presente sulle tavole degli agrigentini.

“La sicurezza alimentare – ha detto in conferenza stampa Castronovo – deve interessare tutti perché è un principio di tutela della nostra salute e anche delle tasche degli stessi ristoratori che, non osservando le norme, rischiano e non poco. I controlli – ha aggiunto il comandante del centro anticrimine natura – continueranno e non interesseranno soltanto i ristoranti della zona costiera ma anche quelli dell'entroterra. Faccio appello ai ristoratori – ha concluso il tenente colonnello – rispettate le norme e se avete dei dubbi o avete bisogno di informazioni,  siamo a vostra completa disposizione”. Congiuntamente ai controlli sulla sicurezza alimentare, la compagnia carabinieri di Agrigento, agli ordini del maggiore Marco La Rovere, intensificherà i controlli per contrastare il triste fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

“Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno – ha detto il maggiore in conferenza – abbiamo notato un incremento del dieci per cento nelle sanzioni elevate ai conducenti che si erano messi alla guida dopo aver bevuto o avere assunto droghe. Nei week-end saremo maggiormente presenti nei pressi dei locali della movida – ha aggiunto l'ufficiale dell'arma – soprattutto per evitare che, gli abusi delle sostanze psicotrope alla guida, possano poi causare incidenti stradali”. Tolleranza zero è stata annunciata anche in materia di intrattenimenti, con l'appello dei carabinieri ai titolari dei locali, di  dotarsi delle relative autorizzazioni per lo svolgimento delle serate che, la normativa definisce danzanti ma che si estendono anche ai concerti che, specialmente nel periodo estivo, vengono organizzati sul litorale. 

Ancora controlli nei locali della movida, sequestrati 150 chili di prodotti alimentari: sanzioni per oltre 3 mila euro

Video popolari

Sicurezza alimentare, nessuna attività in regola durante le verifiche dei carabinieri: sanzioni a raffica

AgrigentoNotizie è in caricamento