rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Zone della costa a rischio frane, la capitaneria pone dei divieti

Dopo una attenta ispezione fatta ad agosto è arrivata la decisione: le aree demaniali marittime interessate da fenomeni franosi possono creare pericoli

Il capitano di fregatai, vietato, ampliandone il raggio, - con un'ordinanza che ha decorrenza immediata - il transito e la sosta, anche delle imbarcazioni, nelle zone di Zingarello, ad Agrigento ed in località Monterosso, Pietre Cadute e Giallonardo a Realmonte. Bagnanti, autoveicoli ed imbarcazioni non potranno, avvicinarsi nemmeno nella fascia di mare, per una larghezza di 50 metri, dalla battigia o dalle scogliere. Dopo una attenta ispezione fatta ad agosto è arrivata la decisione: le aree demaniali marittime interessate da fenomeni franosi possono creare pericoli. L’ispezione è utile a salvaguardare l’incolumità pubblica. Da adesso, secondo quanto disposto dalla Capitaneria,  il divieto di transito e di sosta, anche per le imbarcazioni, è stato esteso anche nella fascia di mare di larghezza di 50 metri dalla battigia o dalle scogliere. Nel dettaglio no al tratto di litorale compreso tra: la foce del fiume Naro, Pu Punta Bianca e precisamente per circa un chilometro ad Ovest della foce fino a Punta Bianca, con esclusione di una piccola ansa di circa 300 metri in località Gelardo.

Divieto di transito e sosta, sempre comprese le imbarcazioni, anche nella fascia di mare di larghezza pari a 50 metri anche nelle località di Monterosso, Pietre Cadute e Giallonardo a Realmonte. "I contravventori, salvo che il fatto non costituisca un più grave reato, - scrive il capitano di fregata Filippo Maria Parisi - saranno puniti ai sensi del codice della navigazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone della costa a rischio frane, la capitaneria pone dei divieti

AgrigentoNotizie è in caricamento