menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I controlli alla Scala dei Turchi

I controlli alla Scala dei Turchi

Turisti prendono d'assalto la Scala dei Turchi, 24 denunciati: rischiano il carcere

E' stato un week end da "maglia nera" per gli avventori della marna bianca. Nonostante i controlli, secondo quanto fatto sapere dalla Capitaneria, diverse persone hanno aggirato gli ostacoli per raggiungere i luoghi severamente vietati

Bilancio quasi record per la Capitaneria di porto. Nel week end sono state denunciate 24 persone. La marna bianca è stata letteralmente presa d’assalto e nonostante la presenza delle barriere di interdizione, dei cartelli monitori ed i totem informativi collocati a cura della Soprintendenza di Agrigento proprio questa settimana, indicanti il divieto di ingresso dovuto alla misura cautelare imposta dall’Autorità Giudiziaria, in tanti hanno violato i divieti.

L’attività di vigilanza e controllo ha visto l’impiego congiunto di militari della Capitaneria di porto e della polizia di Stato, impegnati in un’opera di prevenzione ma anche di repressione in quanto, nonostante tutto, in tanti si sono ostinati a scavalcare la recinzione violando i sigilli posti a tutela del sito di notevole pregio ambientale e disattendendo le ordinanze di interdizione per salire ad ogni costo sulla famosa scogliera e mettendo a rischio la propria incolumità. I poliziotti hanno accertato la presenza di 24 persone, provenienti da diverse località siciliane. Tra i denunciati anche due turisti svizzeri.

Gli agenti operanti hanno accertato la presenza sulla marna bianca di 24 soggetti, per la maggior parte provenienti da varie località siciliane e diversi cittadini stranieri tra cui anche due turisti svizzeri, che sono stati deferiti all’autorità giudiziaria in quanto si sono resi responsabili del reato di violazione dei sigilli, trasgressione punita dall'art. 349 del codice Penale con la reclusione da sei mesi a tre anni.

"Il comandante Fusco - fa sapere la Capitaneria - rinnova gli accorati appelli a non accedere al sito in violazione dei divieti, in quanto, oltre che essere pericoloso in alcuni punti, vige il provvedimento di sequestro. Invita gli operatori turistici ad operarsi per dare giuste informazioni, ricordando ai turisti che la Scala dei Turchi si può sempre ammirare e godere da diversi punti sia dalla spiaggia che dal sovrastante Belvedere, ma che attualmente vige il divieto assoluto di accedere direttamente sulla marna". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento