menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della premiazione

Un momento della premiazione

Menfi, "Cantine Settesoli" vincono il primo "Premio Gavi, buona Italia"

Ha ricevuto il "Premio Gavi, la buona Italia 2015", dedicato al riconoscimento dei meriti nella valorizzazione internazionale delle filiere e dei prodotti enogastronomici italiani. La giuria di esperti ha votato la cooperativa siciliana come la realtà più virtuosa tra le 10 eccellenze italiane individuate

La Cantina "Settesoli" è stata premiata per aver applicato in maniera efficace "Le 7 regole della Buona Italia".

Ha ricevuto il "Premio Gavi, la buona Italia 2015", dedicato al riconoscimento dei meriti nella valorizzazione internazionale delle filiere e dei prodotti enogastronomici italiani. Il Premio è promosso dal Consorzio Tutela del Gavi con il patrocinio della Regione Piemonte, di Federculture e del Padiglione Italia Expo 2015, quest’anno è alla sua prima edizione.

È rivolto a persone, aziende, consorzi, territori che abbiano interpretato in modo particolarmente efficace una o più delle “Sette Regole per la Buona Italia” elaborate in occasione del Laboratorio Gavi del 2014, un confronto tra 25 rappresentanti di istituzioni, imprenditori, uomini di cultura e comunicatori a confronto con 25 rappresentanti degli organi di informazione.

La giuria di esperti ha votato la cooperativa siciliana come la realtà più virtuosa tra le 10 eccellenze italiane individuate nel declinare le Sette Regole per la Buona Italia, con particolare riferimento alla Regola "Il colore della comunicazione - La Comunicazione dell’Enogastronomia è narrazione, coinvolgimento, emozione".

Per Antonella Imborgia, responsabile marketing di Cantine Settesoli: "Siamo felici del riconoscimento che il Consorzio e la giuria ci hanno attribuito. La sua assegnazione incoraggia ancora di più la convinzione di narrare in maniera emozionale una realtà che funziona: una cooperativa di 2000 soci che insieme coltivano 6000 ettari di vigneto, il più grande d’Europa, allevando ben 28 diverse cultivar. Questi numeri da primato ci consentono di essere innovativi e di produrre con passione buon vino ad un prezzo competitivo".

Il workshop di consegna del "Premio Gavi" si è tenuto ieri alle 15 nel Teatro comunale di Gavi ed è stato l’evento di apertura della manifestazione "Di Gavi in Gavi 2015".

Le Sette Regole per la Buona Italia:
1. La Filiera della Bellezza - Territorio, Arte & Cultura, Agricoltura, Turismo: ama il tuo territorio, gustane i prodotti e salva la Buona Italia
2. Cultura della Terra. Sviluppo Economico - La Cultura produce Economia, se ben integrata alla valorizzazione del Territorio.
3. Visione Comune - Insieme, a 360°, facendo rete e innovando, parte attiva di un disegno strategico.
4. Pubblico + Privato - Istituzioni, Imprese e Professionisti possono e devono fare squadra, interpretando al meglio il proprio ruolo.
5. Muoversi nel Mondo - Il miglior modo per vendere un Prodotto è che il suo Produttore viaggi per il mondo consumando scarpe e valigie.
6. Il colore della Comunicazione - La Comunicazione dell’Enogastronomia è narrazione, coinvolgimento, emozione.
7. Unione Italia - Oltre i particolarismi territoriali, la Buona Italia può competere nel mondo solo se unita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento