Cronaca

Picchiato con un bastone e investito per una relazione fra familiari non gradita, arrestato 75enne

Il gip, alcuni giorni dopo i fatti, ha emesso un'ordinanza cautelare in carcere per l'accusa di tentato omicidio. La vittima è ricoverata in gravi condizioni

I poliziotti del commissariato di Canicattì hanno arrestato, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip, Luisa Turco, del tribunale di Agrigento, Luigi La Lomia, 75 anni, di Canicattì.

L'anziano è accusato del tentato omicidio - avvenuto domenica mattina in una traversa di via Libia, sempre a Canicattì, - del meccanico sessantenne che è ricoverato, in condizioni cliniche disperate, all'ospedale Papardo di Messina.

Meccanico e familiari hanno nominato quale loro difensore di fiducia l'avvocato Salvatore Amato. L'indagato è, invece, difeso dall'avvocato Calogero Meli. 

Il sessantenne sarebbe stato - stando all'accusa - prima ripetutamente colpito con un bastone e poi investito con un Fiat Doblò utilizzato come "ariete".

Subito soccorso, l'uomo è stato portato all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta e poi trasferito al Policlinico di Messina da dove era stato spostato, salvo poi tornare nella città dello Stretto, a Taormina. Infine il trasferimento al Papardo.

Il tentato omicidio sarebbe avvenuto perché fra la vittima e l'indagato vi sarebbero stati ripetuti alterchi per una storia d'amore, da parte di familiari, non gradita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato con un bastone e investito per una relazione fra familiari non gradita, arrestato 75enne

AgrigentoNotizie è in caricamento