Ritrovato ordigno nel centro di Canicattì, è allarme: chiusa una strada

Il colpo da mortaio del 1935 (di cui si sconosce la capacità offensiva) era - ed è - adagiato all'interno di una cassetta di plastica. Lo ha ritrovato un uomo che stava ripulendo un vecchio magazzino

L'ordigno ritrovato in via Ciro Menotti

Un ordigno - un vero e proprio colpo da mortaio del 1935 - è stato trovato in via Ciro Menotti, a Canicattì. La strada è stata completamente sbarrata al transito e sul posto sono al lavoro polizia e carabinieri. Grande l'allarme che è serpeggiato fra gli esercenti commerciali della zona, tutti increduli e tutti timorosi di dover immediatamente calare le saracinesche delle attività commerciali. In via Ciro Menotti è accorso anche il sindaco Ettore Di Ventura. 

Al momento, stando a quanto emerge, non ci sarebbero rischi. La strada resta appunto sbarrata e sono tantissimi i curiosi che, a debita distanza, cercano di sbirciare e capire cosa sia effettivamente accaduto. Ma le forze dell'ordine non fanno - giustamente - avvicinare nessuno. Appare scontato che l'ordigno dovrà essere recuperato da personale specializzato.  

La bomba (di cui naturalmente si sconosce la capacità offensiva) era - ed è - adagiata all'interno di una cassetta di plastica: di quelle che generalmente si utilizzano per il trasporto di frutta e verdura. Stando a quanto viene riferito nei pressi di via Ciro Menotti, un canicattinese l'ha trovata per caso ripulendo e mettendo a posto un vecchio magazzino. L'uomo non sapeva cosa fosse e la stava per gettare fra i rifiuti. Alcuni dei residenti della zona lo hanno però richiamato all'attenzione.  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento