rotate-mobile
Cronaca Canicattì

Tabaccaia sorpresa alle spalle mentre abbassa la saracinesca: uomo incappucciato le scippa la borsetta

Il delinquente è riuscito a portar via l'intero incasso della giornata: circa due mila euro. Ad attenderlo, con uno scooter acceso, un complice che ha anche fatto da palo

Hanno atteso la chiusura serale, ossia che venisse abbassata la saracinesca del tabacchino di via Carlo Alberto. Non appena la donna s’è messa di spalle, un individuo – incappucciato – è entrato in azione: l’ha strattonata con violenza facendola cadere per terra e le ha scippato la borsetta con all’interno circa 2 mila euro. In maniera fulminea, il rapinatore ha raggiunto uno scooter che lo attendeva, a poca distanza, con il motore tenuto acceso da un complice che avrebbe fatto anche da palo. I due, con in mano ancora la borsetta della tabaccaia, si sono così dileguati nel nulla. Nuova – dopo un periodo di relativa calma apparente – rapina ai danni di un esercizio commerciale di Canicattì.

In via Carlo Alberto, scattato l’allarme, si sono precipitati i poliziotti del commissariato cittadino che hanno subito avviato le ricerche di quello scooter con due sospetti a bordo. E’ stata rastrellata l’intera area, ma non è saltato fuori nessun indizio né dei rapinatori, né tantomeno dello scooter. Gli agenti hanno, naturalmente, subito sentito la tabaccaia che, di fatto, non si sarebbe accorta neanche di colui che l’ha avvicinata e strattonata con violenza. Sono stati passati in rassegna diversi impianti di videosorveglianza privati sistemati lungo la via Carlo Alberto. E, a quanto pare, dei filmati sarebbero stati già acquisiti. E dai video – stando a quanto trapela – si vedono i due rapinatori mentre si allontanano in sella allo scooter. Ma i due, pare, che indossassero il casco di protezione.

Servirà del tempo, appare inevitabile, per provare a raccogliere indizi ed identificare i due balordi. Il loro modus operandi sembra essere però identico a quello degli autori di passati colpi o tentativi di rapina. Lo scorso settembre, ad esempio, si registrò un colpo ai danni di un macellaio al quale in tre, con il volto coperto, riuscirono a portar via 8 mila euro. Quei rapinatori risultarono essere armati di coltello e taglierino ed erano in sella a due scooter, mezzi con i quali seguirono il macellaio che, dopo una giornata di lavoro, stava rientrando in casa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tabaccaia sorpresa alle spalle mentre abbassa la saracinesca: uomo incappucciato le scippa la borsetta

AgrigentoNotizie è in caricamento