Cronaca Canicattì

Rapina una tabaccheria e i familiari lo "consegnano" ai carabinieri: denunciato 33enne

Il giovane, con il volto coperto da un collant da donna e armato di bastone, è entrato in azione nel pomeriggio di sabato e si fatto consegnare alcuni blocchetti di "Gratta e vinci". Soffrirebbe di gravi problemi di tossicodipendenza

Prima rapina la tabaccheria – facendosi consegnare alcuni blocchetti di “Gratta e vinci” – e poi si presenta alla stazione dei carabinieri accusandosi del reato poco prima commesso. Ha 33 anni il canicattinese che è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. Dovrà rispondere, appunto, di rapina. Dietro questo anomalo comportamento ci sarebbero problemi connessi alla tossicodipendenza.Il giovane, con il volto coperto da un collant da donna e armato di bastone, era entrato in azione nel pomeriggio di sabato. Ad essere presa di mira prima e rapinata poi è stata una tabaccheria di via Pirandello a Canicattì. Con tanto di bastone in bella vista, il trentatreenne ha minacciato chi, in quel momento, era dietro il bancone della tabaccheria. Verosimilmente cercava soldi, ma si è impossessato soltanto di alcuni blocchetti di “Gratta e vinci”. Arraffati quei blocchetti, il canicattinese s’è dileguato lungo le vie limitrofe. Una rapina in piena regola, seguita appunto da quella che sembrava essere una fuga con l’obiettivo di far perdere le proprie tracce.

Mezz’ora dopo, mentre le forze dell’ordine erano già sulle tracce del malvivente, il fratello dell'uomo ha telefonato in caserma temendo che il proprio parente, con problemi di tossicodipendenza, avesse compiuto degl atti illeciti.

Sono stati i familiari a condurlo in caserma, dove il trentenne ha ammesso di aver agito nei confronti del tabacchi. L’uomo è stato denunciato a piede libero da parte della Procura della Repubblica di Agrigento, e per lui è stato avviato un percorso necessario al tentativo di recupero dalla tossicodipendenza. Non è escluso comunque che i carabinieri possano tornare a sentire il giovane, magari anche per accertare e stabilire se possa essere o meno l’autore di altri fatti analoghi. Nei giorni precedenti, infatti, un uomo armato di spranga e con una maschera di Carnevale sul volto ha rapinato un panificio del viale Della Vittoria. Veramente esiguo il bottino di quel precedente caso: 100 euro appena.

(aggiornato alle ore 09.10)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina una tabaccheria e i familiari lo "consegnano" ai carabinieri: denunciato 33enne

AgrigentoNotizie è in caricamento