Assalto con un fucile in casa di un afgano per rapinarlo di 200 euro, in tre a giudizio

Le due donne della banda rovistavano e l'uomo teneva l'arma (che poi si è rivelata giocattolo) puntata verso la vittima che riuscì a metterli in fuga

FOTO ARCHIVIO

In tre, con un fucile in mano, che poi si rivelò essere un'arma giocattolo, avrebbero fatto irruzione in casa di un afgano per rapinarlo di un portafogli contenente 200 euro. Dopo la denuncia della vittima, che riuscì a metterli in fuga, e le misure cautelari decise allora dal giudice, la vicenda approda in aula per il processo.

Il giudice dell'udienza preliminare Francesco Provenzano ha disposto il rinvio a giudizio di Ferdinando Licata, 47 anni; Laura Savaia, 25 anni e Martina Aliotta, 22 anni. Sono accusati di concorso in tentata rapina aggravata. I fatti al centro della vicenda risalgono al 5 maggio del 2019.

I tre imputati, che hanno nominato come difensore, l'avvocato Calogero Meli, avrebbero fatto irruzione in casa dello straniero. Mentre le due donne rovistavano nell'armadio, Licata avrebbe tenuto puntato il fucile (senza tappo rosso e all'apparenza del tutto normale) contro l'uomo minacciandolo per avere i soldi. L'afgano riuscì a reagire e metterli in fuga.

Poi presentò una denuncia al commissariato e i tre, nei giorni successivi, furono identificati e sottoposti ad una misura cautelare. Adesso il caso passerà al vaglio del dibattimento in programma a partire dal 19 ottobre davanti ai giudici della prima sezione penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento