Presi con la cocaina in auto e sullo scooter, convalidati i due arresti

Il gip dispone i domiciliari per il trentaduenne Salvatore Graci, sorpreso con 100 grammi di droga: obbligo di dimora per il barista Stefano Rinallo, 36 anni, trovato con 11 dosi

foto ARCHIVIO

Arresti convalidati e misure cautelari applicate per entrambi: queste le decisioni del gip Alessandra Vella in merito ai due arresti per droga avvenuti nei giorni scorsi. Il barista Stefano Rinallo, 36 anni, è stato bloccato mercoledì dai carabinieri.

L'uomo era a bordo di uno scooter insieme a una donna. I militari li hanno fermati perchè non indossavano il casco. Il loro atteggiamento nervoso li ha spinti a procedere ad una perquisizione che ha consentito di trovare, nel borsello dell'uomo, undici dosi di cocaina del peso complessivo di 5,5 grammi.

Stefano Rinallo, con precedenti di polizia, titolare di un bar in una via del centro di Canicattì, che lo scorso Capodanno aveva denunciato di essere stato ferito da un proiettile vagante, ha nominato come difensore l'avvocato Angela Porcello e durante l'interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il gip gli ha applicato l'obbligo di dimora a Canicattì. 

Il pubblico ministero Chiara Bisso aveva chiesto l'applicazione degli arresti domiciliari, misura alla quale è stato sottoposto nell'attesa della convalida. 

Arresti domiciliari, invece, per il trentaduenne Salvatore Graci, anche lui difeso dall'avvocato Angela Porcello, fermato in auto dai carabinieri, sulla statale 640, con 100 grammi di cocaina. Nei suoi confronti, invece, il magistrato della Procura aveva chiesto la custodia in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane - secondo quanto è stato reso noto dal comando provinciale dell'Arma di Caltanissetta - è stato fermato ad un posto di controllo, mentre si trovava alla guida della propria autovettura, ai confini tra le due province, in territorio di Canicattì. Pare che sia risultato agitato, motivo per il quale è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare. Durante l'ispezione sull'auto, è stato trovato in possesso di 100 grammi di cocaina, occultati all'interno del mezzo. La sostanza e l’autovettura sono state sequestrate. Su entrambi i casi, nei quali gli indagati hanno preferito la strada del silenzio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento