menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parcheggio dell'ospedale "Barone Lombardo"

Il parcheggio dell'ospedale "Barone Lombardo"

Sassaiola contro la donna che non ha voluto pagare, bloccato parcheggiatore abusivo

Gli agenti hanno accertato che aveva anche graffiato, in più parti con un oggetto appuntito, la vettura. Il giovane di Castrofilippo è stato indagato per estorsione e danneggiamento aggravato

Chiede, anzi pretende, i soldi per consentire la sosta all'interno del parcheggio dell'ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì. L'automobilista, una donna, non si lascia intimorire e invita il giovane a non perseverare nell'insistente richiesta, "altrimenti avrebbe chiamato la polizia". Parole che, verosimilmente, il giovane non avrebbe digerito tant'è che dopo aver consentito alla donna di uscire dall'abitacolo dell'autovettura, ha iniziato - stando all'accusa - ad ingiuriarla e minacciare di graffiarle ma macchina. Ad un certo punto, le avrebbe anche scagliato contro delle grosse pietre che la donna è riuscita a schivare perché s'è repentinamente rifugiata all'interno della guardiola dell'ospedale.

Non appena la pattuglia del commissariato di Canicattì, che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli, è giunta nel parcheggio, i poliziotti hanno constatato che la carrozzeria della macchina era stata veramente graffiata, in più punti, con un oggetto appuntito. Il parcheggiatore abusivo, nativo di Castrofilippo, è stato identificato e denunciato, alla Procura di Agrigento, per le ipotesi di reato di estorsione e danneggiamento aggravato.   

La divisione Anticrimine – ufficio Misure di prevenzione e sicurezza – ha emesso a suo carico un foglio di via obbligatorio con il divieto, per tre anni, di fare ritorno a Canicattì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento